Anche nello sport “in media stat virtus”

Una ricerca americana sostiene che l’esercizio fisico prolungato e non moderato è alla base di molte controindicazioni per l’organismo. E’ causa della produzione di troponina, un enzima capace di lacerare il cuore. Tuttavia gli esperti precisano che un giusto esercizio fisico comporta  sempre solo benefici

di Marco Caffarello

Una volta Wiston Churchill, dopo essersi appena ripreso dal suo primo infarto, con la sua solita ironia disse:” Mi tengo in forma fumando sigari, bevendo whishy e sopratutto non facendo sport”. La sorpresa è che lo statista non immaginava neppure di avere ragione.

E’ ciò che emerge infatti da una ricerca apparsa sulla rivista americana Mayo Clinic Proceeding, secondo la quale un’attività sportiva agonistica e troppo intensa è alla base di molte controindicazioni per il nostro organismo.

La partecipazione a gara di resistenza, maratone, pentathlon, possono provocare infatti molti traumi al corpo, sopratutto ai tessuti muscolari, e tra questi, bisogna ricordarlo, c’è anche il cuore.

Così si esprime James O’Keefe, cardiologo presso il Mid America Heart Institute of St. Luke’s Hospital di Kansas City: “L’esercizio fisico portato agli estremi è come una droga potente. Entro un certo limite porta beneficio ma se si esagera, le prestazioni decrescono, si danneggia il proprio cuore e si accorcia la propria longevità”. Lo studio dell’equipe americana si è basato sulla comparazione dei dati ottenuti dall’analisi di 2 gruppi di persone; il primo formato da atleti dilettanti e per i quali lo sport rappresenta un diversivo, il secondo, invece, costituito da atleti professionisti e agonistici.

Sebbene lo studio confermi che colui che pratica sport ha comunque più benefici rispetto a colui che fa una vita sedentaria e nella quale l’esercizio fisico è pressocchè assente, superando una certa soglia le analisi dimostrano che il nostro organismo diventa intollerante allo sforzo fisico e tutti i benefici acquistati con l’esercizio scompaiono.

In particolare il team di ricercatori ha notato come un eccesso dello sforzo fisico sia alla base della crescita di concentrazione di troponina, un enzima che viene rilasciato quando il nostro cuore va in sofferenza. Un aumento della quantità dell’enzima rappresenta un grave rischio per la nostra salute, perchè può provocare lacerazioni dei tessuti cardiaci.

Spiega O’Keefe:” Gli atleti di resistenza hanno un rischio cinque volte maggiore di fibrillazione atriale o di avere alterazioni del battito”.

Carl Lavie, partner nello studio e direttore del John Ochsner Heart and Vascular Institute di New Orleans ha così commentato:” 16-24 Km alla settimana è la soglia ottimale per avere solo benefici. Bastano 15-30 minuti di esercizio fisico costante e moderato per stare bene. Se si esagera, invece, si corrono solo inutili rischi”.

Riguardo ai sorprendenti risultati dello studio ha voluto dire la sua anche Cesare Albanese, cardiologo specializzato in medicina dello sport presso il centro Villa Stuart Sport Clinic – Istituto di Medicina dello Sport di Roma: “«Dovremmo partire dall’assunto che l’attività sportiva, in soggetti con un cuore strutturalmente sano, non può arrecare danno, nemmeno se intensa. Viceversa se c’è una patologia, spesso misconosciuta, l’eccesso di attività fisica — o attività fisica intensiva — può arrecare danni”.

Anche per ciò che concerne il rilascio di troponina Albanese ha tenuto a precisare:” E’ risaputo che il rilascio di troponina e della mioglobina, un altro componente del muscolo cardiaco, aumentano in relazione ad uno sforzo fisico ma ciò non comporta alcun danno permanente, a patto di garantire un adeguato tempo di recupero al muscolo cardiaco”.

Dunque non stiamo tanto a preoccuparci, e senza esagerare, facciamoci una bella mezz’ora di corsetta al dì.

Fonte: blog/wired/troppo-sport-fa-male-160615261.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...