Obesità infantile e adipochine

di Elena Valli

Sembra ormai provata l’associazione fra    le due adipochine: adiponectina e leptina anche nell’età pediatrica. Mentre infatti era chiara l’implicazione fra questi due ormoni negli adulti, nei bambini non era stato ancora trovato nessun reale coinvolgimento Entrambe le due adipochine, come suggerisce il loro nome, vengono secrete dal tessuto adiposo, ovvero dalla parte grassa situata nel nostro organismo. La quantità di adiponectina nel flusso sanguigno è inversamente proporzionale alla quantità di peso in eccesso. Per la leptina è direttamente proporzionale. In poche parole, più si è obesi e meno adiponectina viene prodotta e viceversa per la leptina. Inoltre questi due ormoni sono correlati a disturbi come il diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari.

La scoperta si deve ad uno studio condotto su 277 bambini (152 maschi e 125 femmine), di età compresa fra i 13 anni e mezzo e i due anni e mezzo, divisi secondo 4 categorie: i gravemente obesi, gli obesi, i sovrappeso e i normopeso. A tutti loro sono stati esaminati i seguenti valori: adiponectina, leptina, indice di massa corporea (IBM), pressione arteriosa, glicemia a digiuno, insulina e lipidi. I numeri così ottenuti sono stati trattati statisticamente prendendo in considerazione anche l’età e il sesso.

Analizzando questo campione di giovani e giovanissimi emerge l’associazione fra l’adipochine e l’obesità infantile. La leptina è infatti presente in maggiori quantità nei bambini gravemente obesi e decresce mano mano nelle varie categorie di peso, fino a raggiungere il minimo valore nei normopeso. L’adiponectina invece non mostra variazioni significative fra i gravemente obesi, gli obesi e i sovrappeso, mentre aumenta notevolmente di valore nei normopeso.

Questo risultato ci suggerisce che i due ormoni  secreti dal tessuto adiposo e associati all’obesità nell’età adulta, siano anche implicati nell’obesità infantile. In età giovanile è dunque fondamentale, laddove ce ne fosse bisogno, perdere il peso in eccesso, onde evitare malattie gravi come il diabete e disturbi cardiovascolari, che troverebbero terreno fertile da grandi.

Elena Valli.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22217186

Hyperleptinemia and Hypoadiponectinemia in Extreme Pediatric Obesity“, Metalab Syndr relat Disord, 4 gennaio 2012.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...